Blog: http://primariegd.ilcannocchiale.it

PD/Dario Marini: "Classi separate per i bambini immigrati? Abbiamo toccato il fondo"

 “Dopo il progetto di riforma scolastica targato Gelmini, la mozione della maggioranza sull’istituzione nella scuola dell’obbligo di ‘classi di inserimento’ per gli alunni stranieri ci riserva nuove, preoccupanti sorprese”.
Così commenta Dario Marini, candidato Segretario Nazionale dei Giovani del Partito Democratico, che aggiunge:
“E’ semplicemente assurdo credere che classi separate per i figli di immigrati siano uno strumento utile a prevenire il razzismo. Vorrei chiedere all’On. Cota, primo firmatario della mozione, di precisare in cosa consista il ‘problema di integrazione’ che ha evocato. Da un Governo serio ci si aspetterebbe leggi ben diverse, mirate magari a valorizzare sia quel patrimonio di umiltà e determinazione proprio dei bambini immigrati, sia il ruolo degli educatori e degli insegnanti, costretti a lavorare in condizioni spesso difficili. La scuola è indispensabile alla formazione del cittadino e della società del domani, che, piaccia o no ai leghisti, non potrà che essere multiculturale e multireligiosa. Ancora una volta, purtroppo, a problemi reali si danno risposte ideologiche ed è preoccupante constatare come politici di esperienza non si rendano conto che decisioni di questo tipo hanno effetti discriminatori e sono quindi, proprio per questo, inaccettabili”.
Dario Marini conclude:
“Con questa mozione i leghisti offendono tutte quelle persone che con solidarietà e senso civico quotidianamente contribuiscono ad un processo di integrazione che garantisca i diritti di tutti”.

Pubblicato il 19/10/2008 alle 0.8 nella rubrica Documenti.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web